Crea sito

ETICAMENTE

Indice ] Su ] Speciale Porto Alegre 2002 ] Commenti ] Ricerca ]

La massa critica

"La Massa Critica"

(di Alessandro Azzurri - in formato rtf )

In molti fenomeni della natura esiste un “Punto soglia” o “Punto critico”, oltrepassato il quale alcuni processi che prima  non esistevano o procedevano molto lentamente, iniziano a manifestarsi e poi spesso avanzano in maniera sempre più rapida, anche nell’arco di poco tempo. (evoluzione esponenziale (*))

Per esempio molte specie di piante durante l’inverno “riposano”, poi, quando la temperatura raggiunge un certo valore per un po’ di tempo, “parte” la primavera ed  abbiamo l’esplosione di verde che tutti conosciamo. -  L’elemento determinante affinché parta il processo, chiamato primavera,  che si manifesta attraverso l’”esplosione di verde”,  è il raggiungimento di una certa temperatura - (Temperatura critica).

Questo esempio ci è d’aiuto ma in questo caso non abbiamo quella caratteristica per la quale il fenomeno (qui la primavera) contribuisce egli stesso alla sua sempre più rapida evoluzione - (l’inverdimento di una pianta non stimola l’inverdimento delle piante vicine né tantomeno fa aumentare la temperatura).

L’esempio che segue è meno immediato ma calza di più con ciò che intendo dire:

perché  una stella si formi e splenda è necessario che si accumuli una certa quantità di materia - “quantità critica” - in un certo volume, al disotto della quale abbiamo soltanto una nube di gas più o meno denso che resta però freddo; soltanto con una quantità di materia superiore a quella critica abbiamo pressione,  e quindi anche temperatura, sufficienti affinché inizi il processo di fusione nucleare (ciò che tiene in vita una stella), che coinvolge via via quantità maggiori di materia stellare ed egli stesso contribuisce in modo sostanziale all’aumento della temperatura e quindi al proprio sostentamento. -  L’elemento determinante affinché la stella “si accenda” (inizi il processo di fusione nucleare ), e che continui a splendere per miliardi di anni, è l’accumularsi di una certa quantità di materia - (Massa critica o quantità critica di materia).

Nel processo di questo esempio è come se una pianta che fiorisce facesse fiorire anche le piante ad essa  vicine e così via.

Sarebbe bello un Mondo in cui le più potenti società (le nostre multinazionali per esempio) operassero secondo i principi di equità, solidarietà e giustizia (si pensi allo sfruttamento ed alla conseguente costrizione di intere popolazioni alla vita sotto la soglia di povertà  e di umana dignità) e le persone che pensano solo al profitto fossero riunite in poche ed impotenti “Associazioni per il commercio senza etica ed alcun rispetto per la dignità umana” .

 

Quando nel mondo (**) la quantità di persone che consuma in modo attento (cioè facendo attenzione a da chi e in ­che condizione è stato realizzato il prodotto che sta per acquistare, favorendo le società che seguono principi di equità, solidarietà e giustizia, e scartando i prodotti che provengono da società che hanno dimostrato di poter sacrificare qualsiasi cosa di fronte al profitto), sarà abbastanza grande - cioè sarà raggiunta la Massa Critica - probabilmente si innescherà un processo che, data la capacita degli uomini di influenzarsi l’un l’altro, si evolverà in modo sempre più rapido (esponenziale (*)) coinvolgendo un sempre maggior numero di persone e che porterà al Mondo equo, solidale e giusto che sarebbe bello avere già. - In questo caso l’elemento determinante affinché il processo di miglioramento del mondo si manifesti e si evolva sempre più rapidamente  (si tratta di far sopravvivere la nostra specie - ed è anche una questione di tempo ...), è che la quantità di persone che consuma in modo attento sia abbastanza grande (RAGGIUNGA LA “ MASSA CRITICA”)

  

Perciò è importante che anche tu, anche se sei uno solo, consumi in modo “attento”, perché, come diceva Totò, “E’ la somma che fa il totale”

(*)    Per vedere in pratica un aumento esponenziale si prenda una scacchiera , si metta un chicco di riso sulla prima casella, due sulla seconda e via via il doppio sulle successive (attenzione per riempirla ci vogliono oltre 18 miliardi di miliardi di chicchi).

(**)  Quello industrializzato, che sfrutta il “Terzo” - per questo ho usato la “m” minuscola.